• Home
  • Perché i surfisti sono di fatto innovatori

Perché i surfisti sono di fatto innovatori

Per Stephanie Gilmore, sette volte campionessa del mondo di surf, la ricerca della perfezione rende felici. Ecco cosa ci ha raccontato.

26.05.2021 Testo: Nadine Kaminski − Foto: Ian & Erick Tempo di lettura: 4 min

Steph Gilmore con sua tavola da surf

Quando hai pensato per la prima volta di diventare una surfista professionista? 

Avevo circa dodici anni. Mi sono innamorata perdutamente del surf quando l’ho provato per la prima volta, anche se in realtà ero ancora troppo giovane per capire davvero cosa stesse succedendo. Quando per la prima volta senti il sale sulla pelle e quell’emozione, il richiamo dell’oceano, allora capisci che il surf è più di uno sport: è uno stile di vita. Ho iniziato a partecipare alle gare a 13 anni, vincendo subito il mio primo trofeo, e ho pensato: questa è la migliore sensazione in assoluto! Voglio dedicarmi completamente a questo stile di vita. Un giorno diventerò una delle migliori al mondo.

 

All’epoca avevi dei modelli femminili a cui ispirarti?

Sì, decisamente. C’erano surfiste professioniste di successo. E anche se allora non seguivo molto il mondo delle gare, tutto il marketing che girava intorno a queste donne rendeva il surf intrigante. Volevo far parte di un gruppo di ragazze, non solo per prendere il sole e guardare i ragazzi, ma anche per andare in acqua e fare quello che mi piaceva. 

 

Di chi ammiri lo stile? 

Lisa Andersen è sempre stata un mio idolo perché è riuscita a coniugare la mentalità delle gare con uno stile fantastico. Tra l’altro, secondo me alcuni dei migliori surfisti uomini al mondo sono un po’ femminili quando surfano. I loro movimenti sono aggraziati, hanno un che di femminile. E questo è ciò che li distingue in senso positivo dai loro rivali più aggressivi. Quindi le donne non devono nascondersi per via del loro modo di surfare, anzi. 

Ad oggi hai vinto sette campionati del mondo. Dopo tutti questi successi, come fai a rimanere motivata?

Potrei vincere altri 20 titoli, ma comunque non penserei mai "adesso domino l’oceano, grazie e arrivederci". Ci sono ancora tante sfide da affrontare là fuori! E ci sono tante altre surfiste incredibili che affrontano onde gigantesche o inventano acrobazie strabilianti. In generale, forse hanno avuto un po’ meno successo di me, ma sono comunque più forti in altri ambiti, e questo mi sprona a fare sempre meglio. Ma ci sono anche molti surfisti uomini grandiosi che ammiro e che mi ispirano con nuove idee. Non si smette mai di imparare e di lasciarsi ispirare da altre persone e nuove esperienze. Gran parte dei surfisti, infatti, dice che bisogna tornare ogni giorno perché non si può mai sapere cosa porterà la prossima onda. E questo è molto bello.

 

Com’è l’onda perfetta? 

È strano: tecnicamente l’"onda perfetta" è già stata creata in diverse piscine per l’allenamento. Il risultato? Noia. Quando sei nell’oceano, la parte migliore è l’attesa. Attraversi una duna di sabbia verso il mare. Che cosa succederà? Le onde sono buone, nuoti verso il frangente, ma ne perdi una. La prossima sarà altrettanto buona? Così tanta attesa, così tanta tensione! Non si tratta di trovare la perfezione, ma piuttosto della ricerca della perfezione.

"

Non si smette mai di imparare e di lasciarsi ispirare da altre persone e nuove esperienze."

Steph Gilmore per strada

Sei un’ambasciatrice per la tutela degli oceani. Come mai?

Sento che il nostro dovere di surfisti sia contribuire a educare gli altri. Perché conosciamo i danni più da vicino rispetto alle persone che non hanno alcun legame con l’oceano o che pensano di averlo. Vediamo una grande quantità di rifiuti là fuori. Cerchiamo di far capire alle persone che le decisioni di tutti i giorni hanno delle ripercussioni sull’oceano, anche se questo non è vicino a loro. A partire da dove si getti via la plastica senza fare attenzione, ecco, purtroppo ci sono buone probabilità che prima o poi finirà in mare. 

 

Per te in che cosa consiste uno stile di vita sostenibile? Che consigli daresti agli altri?

Tutti noi dovremmo consumare le risorse in modo più consapevole e acquistare prodotti di qualità che durano a lungo e possono essere riciclati o riutilizzati. Se non usi più qualcosa, dalla a qualcun altro. Compra da aziende che hanno a cuore la sostenibilità. Aziende che, ad esempio, usano materiali riciclabili per gli imballaggi o che cercano di rendere i loro prodotti più sostenibili. Devi solo essere consapevole di cosa stai acquistando e utilizzando. Vi faccio un esempio. Di recente mi sono guardata intorno nel mio bagno. Shampoo, balsamo, detergente per viso: tutto era in bottiglie di plastica. Ho pensato subito: così non va. Quindi, per l’uso personale, ho trovato alcune piccole aziende fantastiche che producono shampoo e balsami solidi confezionati in un solo piccolo pezzo di carta. Una volta usati, non rimane quasi niente. 

 

Oltre all’attenzione per l’ambiente, secondo te che cos’altro si può imparare dal surf? 

Penso che i surfisti siano un po’ innovatori per il modo in cui affrontano la vita. Fanno ciò che li fa sentire davvero vivi, li rende felici, li fa sentire ringiovaniti e li mantiene legati alla terra, il che farebbe bene a tutta la nostra società. Inoltre, i surfisti hanno sempre questa missione: scoprire cose nuove, andare oltre i propri limiti, vivere avventure. Una qualità davvero ammirevole. Ed essere sempre alla ricerca di qualcosa sicuramente può rendere molto felici. 

Nuova Audi Q4 e-tron 100% elettrica

Così tanto divertimento può portare alla perfezione

Mobilità premium puramente elettrica: dinamica, innovativa e rispettosa dell’ambiente. Scopri in anteprima la nuova Audi Q4 e-tron.

Maggiori informazioni

Audi Q4 e-tron: Consumo energetico combinato*: 18,2–15,8 kWh/100km (NEDC); 21,3–17,0 kWh/100km (WLTP)Emissioni di CO₂ nel ciclo combinato*: 0 g/km

Le specifiche indicate sono valide solo in Germania e non sono valide in altri Paesi.

Audi Q4 e-tron: Consumo energetico combinato*: 18,2–15,8 kWh/100km (NEDC); 21,3–17,0 kWh/100km (WLTP)Emissioni di CO₂ nel ciclo combinato*: 0 g/km

Le specifiche indicate sono valide solo in Germania e non sono valide in altri Paesi.

Articoli che potrebbero interessarti

Il browser non sembra aggiornato. Il nostro sito web potrebbe non funzionare in modo ottimale. La maggior parte dei browser (non però MS Internet Explorer 11 e versioni precedenti) funziona comunque senza problemi. Le consigliamo di aggiornare il browser! La versione più recente può garantire buoni risultati ovunque su Internet. Grazie per averci visitato, e buon divertimento! Il team Audi