• Home
  • "Diamo vita a esperienze straordinarie"

"Diamo vita a esperienze straordinarie"

La digitalizzazione contribuisce ad arricchire l'esperienza della mobilità. Giorgio Delucchi, Head of Digital Experience and Business di Audi, e il suo team si impegnano a espandere costantemente l'ecosistema digitale del marchio.

Testo: Patrick Morda – Photo: Maria Irl Tempo di lettura: 5 min

Giorgio Delucchi appoggiato alla ringhiera.
Giorgio Delucchi, tecnico specializzato nell’automotive, lavora in Audi dal 2001. Dopo varie soste all'estero, nel 2020 è tornato a Ingolstadt. Da marzo 2022 è a capo della divisione Digital Experience and Business.

Signor Delucchi, quando è arrivato in Audi nel 2001, che cosa ha rappresentato per lei la digitalizzazione?
Se guardo indietro, allora stava iniziando ciò che oggi rappresenta l'era della digitalizzazione. Inizialmente, l'automazione di processi e cicli era più un problema del settore industriale, ma il lancio dell'iPhone nel 2007 ha cambiato le cose: la telefonia, fino ad allora la vera attività di un telefono, è diventata una questione marginale mentre in primo piano sono passate le app. È stato rivoluzionario.

In che modo la digitalizzazione si riflette nella sua vita professionale e privata?
La digitalizzazione è saldamente ancorata in ogni contesto della mia vita. Casa mia è completamente interconnessa e automatizzata, il che non solo mi consente di controllare digitalmente il riscaldamento, i sistemi di illuminazione o il tosaerba e l'aspirapolvere robotizzato, ma anche di aumentare la sicurezza. Tuttavia con la crescente complessità e la grande quantità di possibilità, sento aumentare il desiderio di semplificazione e comfort, e certamente la stessa cosa succede anche ai nostri clienti.

"A mano a mano che la complessità cresce, cresce anche il desiderio di semplificazione."

Giorgio Delucchi

Dove rintracciate i desideri attuali e futuri dei clienti?
Per prima cosa, riceviamo un feedback diretto. A tal fine abbiamo creato un team speciale che rappresenta la voce dei clienti e ne garantisce l'implementazione attraverso i singoli team di prodotto. Oltre al feedback dei clienti, abbiamo anche fucine di innovazione all'interno del Gruppo Audi, come Audi Business Innovation, che si occupa intensamente della mobilità del futuro e delle opportunità della digitalizzazione. Utilizziamo anche le classiche ricerche di mercato e le analisi delle tendenze per identificare specifiche esigenze dei nostri gruppi target. 



Cosa ci si aspetta oggi da Audi?
Questa è una domanda complessa. Più che altro, non vogliamo solo soddisfare le esigenze dei clienti ma superarle. I nostri clienti si aspettano esperienze personalizzate e multimodali. Con questo intendo dire che è importante fornire numerose opzioni digitali in modo che tutti possano creare la propria esperienza Audi personale. Ecco perché penso tanto a un ecosistema Audi. Tutto inizia con un primo interesse per il marchio e i relativi punti di contatto online, ad esempio tramite i siti web Audi o il configuratore. Nel migliore dei casi si arriva all'acquisto della vettura, al dettaglio oppure online.

E poi si continua nella vettura?
Certo. Nella fase di utilizzo, acquistare o usare nuovi servizi digitali deve essere facile, come è stato dimostrato dai grandi Internet player già da anni. In macchina o all'esterno non fa alcuna differenza. Il nostro obiettivo è quello di condurre i nostri clienti dentro un ecosistema digitale in cui tutti gli elementi siano perfettamente interconnessi. Vogliamo creare un'esperienza del marchio straordinaria.

Giorgio Delucchi sale su un'ampia scalinata.
Per Giorgio Delucchi, l'obiettivo è evidente: sfruttare il potenziale della digitalizzazione e aumentare l'interconnessione nelle vetture Audi, oltre ad offrire un’interessante varietà di servizi digitali con un reale valore aggiunto.

Quali sono i punti focali per lei e il suo team?
Essenzialmente si tratta di questo: per essere competitivi, dobbiamo interconnettere le nostre vetture e offrire un’interessante varietà di servizi digitali, con un valore aggiunto reale. Per questo stiamo allargando i nostri punti di forza dal nostro core business in qualità di casa automobilistica premium e ampliando continuamente i nostri servizi digitali. Esistono diversi mondi in cui i nostri clienti si muovono. In particolare, vogliamo concentrarci su quattro settori, in cui non solo soddisfiamo le aspettative, ma le superiamo il più possibile.

Di quali settori si tratta?
Guardiamo alla mobilità, alla salute, al lavoro e all'intrattenimento e creiamo offerte mirate con prodotti e servizi interconnessi nell'ecosistema Audi. A questo scopo, abbiamo iniziato delle partnership, come ad esempio quelle con holoride o Disney. Da metà anno, abbiamo introdotto un'ampia gamma di app sulle nostre vetture tramite Audi connect. Attraverso un mercato digitale, i nostri clienti possono selezionare musica, video, giochi, navigazione, parcheggio e ricarica, servizi di produttività, meteo e notizie selezionando i propri preferiti per poi utilizzarli nella vettura. Questi includono Spotify e WebEx, una piattaforma che garantisce il servizio dei meeting online portando in auto il mondo del lavoro. Inoltre, offriamo anche molti altri servizi, come i mondi tematici Audi. Ad esempio, ci stiamo avvalendo del suddetto mondo dell' "Entertainment".

Che cosa c'è dietro l'idea dei mondi tematici Audi?
L'offerta è disponibile sul mercato digitale da giugno 2022. Con l'app myAudi, è possibile scegliere tra 160 temi diversi e visualizzare le immagini preferite nello schermo MMI della vettura. Se vengono configurate in base alle esigenze della propria vettura, anche la luce ambiente e l'atmosfera luminosa si adattano nell'abitacolo. Quindi ciò che offriamo è una nuova opportunità di personalizzazione.

"Vogliamo superare le aspettative dei nostri clienti."

Giorgio Delucchi

Perché holoride è una caratteristica così interessante?
Perché è divertimento puro, e per questo ne siamo davvero molto orgogliosi! Con holoride, trasformiamo la vettura in una piattaforma esperienziale per la realtà virtuale. Una persona sui sedili dei passeggeri può sperimentare in modo interattivo film, videogiochi e altro ancora utilizzando occhiali VR approvati per questo scopo. La guida con Audi diventa un'esperienza multimediale immersiva. Quest'anno verrà introdotto anche lo streaming video grazie ad holoride. Mia figlia usa i nostri occhiali holoride durante i lunghi viaggi in auto e si diverte tantissimo! In questo modo non solo i bambini, ma anche i genitori hanno la possibilità di rilassarsi. Con l'automazione avanzata della guida, durante gli spostamenti si aprono interessanti opportunità di apprendimento e lavoro.

Che cosa sta succedendo nel mondo della "mobilità"?
Innanzitutto, vorrei fare riferimento alla prossima IAA Mobility di settembre, durante la quale daremo uno sguardo alle nuove idee per la pianificazione dei percorsi e la ricarica delle vetture elettriche. Vi do un'anticipazione: con l'aiuto di Audi route planner, i nostri clienti possono pianificare il loro percorso già oggi, tenendo conto delle fermate di ricarica. In futuro, sarà possibile collegarle a preferenze e interessi personali: una breve sosta accanto a un parco o un pranzo in un bellissimo ristorante nelle vicinanze può trasformare il tempo di ricarica in una vera e propria esperienza.

Display touch con diversi esempi di applicazioni

Sperimentare la mobilità interconnessa

Audi connette e mette in rete sempre di più le vetture con il mondo e rende ancora più piacevole la vita quotidiana con le auto. Scoprite le possibilità e i vantaggi che la vostra Audi vi offre con l'ampia gamma di servizi Audi connect e l'ecosistema digitale myAudi.

Maggiori informazioni